sabato 5 maggio 2018

Cucina: orecchiette con le fave

Buon sabato!  Pioggia o non pioggia, ormai è maggio e a tavola si ha voglia di freschezza, di leggerezza e di colore. Sono pochi i legumi che i miei figli mangiano volentieri, ma le fave le adorano.  Mia figlia ne mangia crude una quantità incredibile. Ne sono felice perché sono ricche di ferro, potassio, magnesio e vitamine e mangiarle crude significa non perderne niente. 
Comunque anche cotte sono una delizia, secondo me perfette in questo periodo per condire la pasta. Un piatto che mi piace tanto preparare in primavera sono proprio le orecchiette con le fave. Per cui, se gradite, vi passo volentieri la ricetta. 


mercoledì 2 maggio 2018

Come cucire una gonna a pieghe

Buongiorno! Che ne dite se cominciamo il mese con un fashion diy, un semplice tutorial di cucito per realizzare una gonna a pieghe, tanto di moda in questo periodo? E' una gonna midi, a vita alta, con delle pieghe ampie, molto confortevole da indossare e semplice da realizzare.


domenica 29 aprile 2018

Cestino con cannucce di carta

Buon giorno! Spero che il vostro week end, lungo o corto che sia, vi stia regalando dei momenti felici. E' una splendida domenica di fine aprile, calda e assolata e prima di uscire per un giretto, vi mostro il mio ultimo progetto creativo.
Sapevate che si possono realizzare cestini, vassoi e altri oggetti simili a quelli di vimini con la carta? Io confesso di averlo scoperto da poco con mia grande sorpresa. Ovviamente ho voluto provare subito e  ne è venuto fuori questo cestino che mi ha molto soddisfatta.
Per la tecnica vera e propria vi rimando ai mille tutorial anche video che esistono sul web. La materia prima è la carta, sia quella liscia e stampata dei volantini e delle riviste, sia quella più porosa dei fogli A4 o dei quotidiani, l'importante è non mescolarle nello stesso progetto.  Poi che sia di un solo colore o tutta colorata poco importa  perché nel secondo caso può essere dipinta della tinta che si preferisce. 
Io ho pensato di saltare questo passaggio e di utilizzare un tipo di carta che non avesse bisogno di essere dipinta, senza per questo rinunciare al riciclo, che è l'idea alla base della tecnica. Ho usato la carta da pacco di cui sono fatte molte shopper. 
E' una carta porosa e rustica, ha più sfumature e somiglia in tutto al colore del vimini. E' sicuramente più difficile da lavorare rispetto ad esempio alla carta dei quotidiani perché è più spessa però questo aiuta ad avere un risultato più naturale e meno perfetto. 



martedì 24 aprile 2018

Dry brushing per una pelle perfetta

Non è per niente innovativa, sembra che la usasse anche Cleopatra (ma quante ne sapeva?). Comunque io l'ho davvero scoperta da poco. Ne avevo sentito parlare benissimo da anni, ma la pelle secca e delicata delle mie gambe mi ha fatto sempre desistere dal provare, per paura di pruriti e irritazioni. E invece ora l'adoro: la tecnica del dry brushing è una vera coccola per il nostro corpo oltre che un'alleata della bellezza della pelle. 
Dry brushing significa spazzolarsi a secco e consiste nel massaggiare la pelle di gambe, braccia, ventre e schiena con una spazzola in setole naturali con ampi movimenti circolari che vanno verso il cuore. Questo metodo rimuove dalla pelle le cellule morte e le impurità e favorisce il rinnovamento cellulare, stimola la circolazione sanguigna, contrasta l'accumulo di liquidi e depositi di grasso e ha un effetto energizzante e rivitalizzante (per questo è consigliato farlo al mattino). Quindi gli effetti sono: 
  • una pelle liscia e levigata, perché la si libera da peli sotto pelle e buccia d'arancia e si affinano le zone più ruvide, per esempio la pelle delle ginocchia e dei gomiti;
  • gambe sgonfie per il suo potere stimolante della circolazione sanguigna e linfatica;
  • maggiore vitalità, perché favorisce la circolazione dell'ossigeno, rafforza le difese immunitarie e rilassa il sistema nervoso.


domenica 22 aprile 2018

Urban jungle creativa: foglie di monstera dappertutto

Buongiorno! E' una splendida domenica di sole e di caldo! Sono appena rientrata dalla messa e intanto che decido cosa mettere a tavola oggi, sfoglio riviste e blog alla ricerca di foglie di monstera da ricamare su dei cuscini. Se negli ultimi anni abbiamo fatto indigestione di cactus e piante succulente nell'arredamento, nell'abbigliamento e nell'oggettistica, questa che ci aspetta, come già la precedente, è sicuramente l'estate delle piante tropicali. Si chiama urban jungle la tendenza moda degli ultimi anni che ci invita a rispolverare la vecchia sana abitudine di arredare anche con le piante, creando degli angoli di giungla nelle nostre case. E la monstera deliciosa si presta moltissimo ad essere coltivata in appartamento. Da bambina ne vedevo tantissime, ce n'erano in tutte le case. Poi sono un po' sparite, ma ora la moda le ha riscoperte e sono dappertutto, non solo come piante da appartamento,  anche come motivi decorativi che evocano il verde, il fresco e la vivacità delle foreste tropicali. 
Queste sono un po' di idee sul tema  foglia di monstera che ho pescato e che mi fanno impazzire. 

martedì 17 aprile 2018

Filet: passione e relax

Buongiorno! Qui sta per piovere e per coprire ancora una volta auto e balconi di sabbia rossa del deserto. Comunque le temperature sono molto dolci e piacevoli. Abbiamo appena pranzato e mentre sgranocchio qualche quadratino di cioccolata (il mio dessert quotidiano, ahimè!) vi mostro le foto di uno dei miei ultimi lavori all'uncinetto, dei bordi a filet per delle asciugamani di lino. 
Quando termino un lavoro che mi ha accompagnato per alcuni mesi, alla soddisfazione di vederlo completato si mischia sempre anche un po' il dispiacere di metterlo via. In questi giorni, comunque mi è venuta voglia di punto croce e sarà un degno sostituto nelle mie ore di relax e di attesa. Sì, perché io i miei lavori me li porto sempre in borsa, pronta a tirarli fuori per ammazzare il tempo nel modo per me più rilassante. Ad esempio quando accompagno Ludovica a lezione di pianoforte o Gabriele in piscina e li aspetto in macchina o nella sala di aspetto del centro sportivo, appena mi accorgo di annoiarmi, soprattutto se non c'è nessuno con cui fare conversazione, tiro fuori il necessario e mi metto all'opera e il tempo vola. 


lunedì 16 aprile 2018

Lunedì mattina

Il lunedì mattina, a casa mia, è il momento delle grandi pulizie. Mi piace rinfrescare la casa, ripulirla da cima a fondo, per iniziare al meglio la settimana. E al termine di tanto lavoro, mi gratifico sempre con la decorazione. Con i sintomi dell'allergia che in questi giorni sono ai livelli massimi, l'ultima cosa che avrei dovuto fare era portarmi in casa altri fiori. Ma non ho saputo resistere. Ogni anno, quando spuntano un po' ovunque intorno a casa mia questi bei fiorellini spontanei, non so trattenermi dal coglierne un rametto. Oggi la mia cucina si è vestita di giallo.